Agricoltura organica rigenerativa

 

Sin dall’inizio dell’avventura, è stato chiaro che mai avremmo usato prodotti chimici di sintesi in campagna o in cantina, non fosse altro che noi siamo i principali bevitori dei nostri vini!!!

Benché già in possesso di certificazione biologica (che, purtuttavia, non rivendichiamo sulle etichette) e già orientati al raggiungimento della certificazione biodinamica, siamo consapevoli che occorra andare oltre il biologico/biodinamico/naturale.E non solo perché l’attuale normativa europea vigente sia davvero carente e, forse, a tratti risibile, ma perché occorre uscire da un’ottica meccanicistica a favore di un’ottica sistemica e, quindi, intrinsecamente rivolta verso un’ecosostenibilità integrata.

A lungo termine, è inevitabile che non solo occorrerà attuare “una agricoltura che persegua la biodiversità, che rispetti i cicli naturali, che usi i fertilizzanti disponibili in natura… (risultando in tal modo)… a favore del sapere contadino e di quello a cui è vocato sia lui sia il suo terreno” (Federico Ceratti, fondatore di Deafal ONG), ma essa dovrà, altresì, essere capace di attuare non un semplice recupero dei suoli ma una loro continua rigenerazione.

© 2021 SpiritiEbbri. All Rights Reserved. Designed By www.multimediapoint.it

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk